Indicatore FtseMIB: riepilogo segnali da fine giugno a fine luglio.

Dal report del 30 luglio 2012:

- Il 21/6 avevamo un segnale di ciclo rialzista a range di oscillazione ampio, cioè il classico segnale che parte con una correzione ingannatrice. Infatti il 25/06 avevamo la conferma della trappola correttiva grazie alla consueta proiezione rialzista interna al ciclo (frecce gialle di brevissimo: ricordo per i nuovi lettori che queste frecce vengono tracciate il giorno la cui data è indicata sul grafico, cioè PRIMA che avvengano i movimenti, e servono a tracciare in anticipo i movimenti di brevissimo interni ai cicli più ampi. Nel caso del 25/6, come spesso accade, la proiezione si è rivelata molto precisa). Il ciclo portava infatti fino ad area 14500 per poi correggere ed arrivare alla nuova proiezione del 9/7. Qui avevamo un’altra proiezione rialzista, in questo caso però “le frecce” venivano rotte nella loro parte bassa nei giorni successivi, e il 12 luglio l’indicatore ci segnalava la fine definitiva dell’energia rialzista del 21/06 (12/07, segnale neutral).

- Il 17/7 avevamo a quota 13667 il segnale di nuovo ciclo, questa volta ribassista. Un segnale molto efficace per il trading veloce con gli short, in quanto il ciclo si esprimeva subito molto bene con un movimento veloce e direzionale fino ai minimi di area 12.500. Da lì il mercato rimbalzava e l’indicatore ci segnalava il 26/7 la fine del ciclo ribassista (rottura del confine “neutral”).

- Arriviamo alla situazione attuale che potrebbe suscitare la domanda: “perché non ci siamo girati subito ? Tutto sarebbe stato perfetto”. Risposta: a vedere il grafico ora, con questo rimbalzo in linea retta fino a 14000 può sembrare che avremmo dovuto girarci al rialzo il 26 luglio, invece di limitarci a dichiarare finito il ciclo ribassista e attendere. Ma tutto inizierà a prendere forma in settimana, in quanto il range di oscillazione dei movimenti (la volatilità) si è allargato parecchio, e questo è un dato sempre fondamentale, perchè il nostro indicatore mette costantemente in rapporto il fattore volatilità con gli altri due (tempo e prezzo). Bisogna ragionare in ottica più ampia. Venerdì scorso spiegavo che prima di girarsi al rialzo l’indicatore aspettava perlomeno un movimento di congestione brevissima sotto 13500, movimento che non c’è stato in quanto oggi l’indice arriva diretto a 14.000. Questa è quella che chiamiamo in gergo una “V” d’inversione che allarga la fascia di attesa, ma la sostanza non cambia: aspettiamo un movimento tecnico sotto, o a cavallo, di 14000 per completare il conteggio ciclico e avere il nuovo segnale. Non abbiamo alcuna fretta, saper attendere fa parte dell’attività del trading, e non ci interessano i movimenti immediati e veloci (che sembrano “scappati via”) quando invece fanno parte di cicli ad ampia volatilità sui quali lavoriamo con una logica ferrea basata sull’affidabilità del metodo che seguiamo da tanti anni col nostro indicatore .

(click sul grafico per ingrandirlo in nuova finestra)
grafico trading system FtseMIB Fibsp ETFX Traders Indipendenti

Questo esclusivo indicatore di tendenza sull’indice FtseMIB viene commentato quotidianamente nell’Area Trading di www.ShoTrading.com. Le analisi vengono pubblicate “free” solo saltuariamente, parzialmente e in ritardo rispetto all’orario di pubblicazione nell’area riservata. Si tratta di un affidabile indicatore di tendenza dei cicli di breve-brevissimo (trend system) attivo da gennaio 2002: generati 251 segnali, solo 48 errati. (Attenzione, il risultato non è il frutto di test teorici sui dati del passato, è il frutto della reale e quotidiana operatività indicata ogni giorno nell’Area Trading di ShoTrading.com)..

(Attenzione, il risultato NON è il frutto di test teorici sui dati del passato, è il frutto della reale e quotidiana operatività indicata ogni giorno nell’Area Trading di ShoTrading.com).