Unicredit e Intesa San Paolo dopo il 30 agosto scorso...

UNICREDIT (UCG) e INTESA SAN PAOLO (ISP) hanno immediatamente recuperato dopo il brevissimo accenno di break al ribasso del 30 agosto. Ora iniziano ad assumere interessanti configurazioni di possibile attacco ai massimi del mese scorso. L’eventuale rottura rialzista  dei livelli posti rispettivamente a  quota 3,328 € (UCG) e 1,288 € (ISP), se accompagnati da volumi, darebbero segnali rialzisti. Al momento, fin quando quei livelli non vengono superati con decisione, i due titoli sono da considerarsi in canali laterali di breve privi di direzionalità.

N.B. - Queste analisi non equivalgono a dire "sale se sopra x, altrimenti scende se sotto y" basandosi su semplici supporti /e resistenze tracciate sui grafici. Qui analizziamo il rapporto tra tempo e prezzo al di là dell'analisi tecnica tradizionale, cercando di capire quando un break ha importanza e quando invece è da ignorare. E' una logica di lavoro diversa dalla classica analisi tecnica basata esclusivamente su ciò che è visibile ed evidente dai supporti/resistenze tracciati sul grafico.